In Tono Popolare

“In Tono Popolare…di terre e uomini sconosciuti”

Margherita Rotondi mezzosoprano

Vincenzo Cicchelli pianoforte

Il Progetto

Sebbene spesso considerata una sorella minore la musica popolare ha tuttavia da sempre ispirato la musica colta. Tutti i più grandi compositori sono stati affascinati dai testi, dalle melodie, dai ritmi, dai timbri, dai colori e dai profumi del folklore, e già alla fine del Settecento vennero pubblicate delle raccolte di canti popolari da ogni angolo del mondo. Marcel Proust si raccomandava di non disprezzare la musica popolare poichè “il suo posto è immenso nella storia sentimentale della società. Il ritornello che un orecchio fine ed educato rifiuterebbe di ascoltare ha ricevuto il tesoro di migliaia di anime, conserva il segreto di migliaia di vite di cui fu l’ispirazione, la consolazione sempre pronta, la grazia e l’idea”. Il programma propone una antologia di brani in lingue e dialetti diversi, provenienti da latitudini e longitudini lontane, melodie ancestrali arrangiate per voce e pianoforte da compositori celebri o meno celebri. 

Musiche di

J. Brahms
A. Dvořák
R. Hahn
M. Ravel
J. Canteloube
H. Villa-Lobos X. Montsavadge
L. Berio


“il suo posto è immenso nella storia sentimentale della società. Il ritornello che un orecchio fine ed educato rifiuterebbe di ascoltare ha ricevuto il tesoro di migliaia di anime, conserva il segreto di migliaia di vite di cui fu l’ispirazione, la consolazione sempre pronta, la grazia e l’idea”

Marcel Proust

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: